Le Grandi Verità della Bibbia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come abbiamo ricevuto la Bibbia

Bibbia > Come abbiamo ricevuto la Bibbia

Ci sarà ancora da aggiungere alla Bibbia?
          


di John F. MacArthur, Jr., The MacArthur Study Bible, (Dallas: Word Publishing) 1997


Come possiamo sapere che Dio non emenderà la nostra Bibbia attuale con un 67 libro ispirato? O, in altre parole, "È il canone chiuso per sempre?"

I testi delle Scritture ci avvertono che nessuno deve togliere o aggiungere alle Scritture (
Deuteronomio 4:2; 12:32; lt Proverbi 30:6). Consapevoli del fatto che altri libri canonici furono scritti dopo queste parole di avvertimento, possiamo solo concludere che mentre nessuna cancellatura era mai permessa, in realtà scritti autorizzati e ispirati potevano essere aggiunti per completare il canone protetto da questi brani.
Il testo più impellente sul canone chiuso è le Scritture stesse, a cui niente è stato aggiunto da quasi 2.000 anni.

"Io dichiaro ad ognuno che ode le parole della profezia di questo libro che, se qualcuno aggiunge a queste cose, Dio manderà su di lui le piaghe descritte in questo libro.
19  E se alcuno toglie dalle parole del libro di questa profezia, Dio gli toglierà la sua parte dal libro della vita dalla santa città e dalle cose descritte in questo libro."
(
Apocalisse 22:18-19)


Alcune osservazioni significative, prese insieme, hanno convinto la chiesa durante i secoli che il canone della Scrittura è veramente chiuso e che non sarà mai riaperto.

  • Il libro di Apocalisse è unico nelle Scritture in quanto descrive dettagliatamente gli eventi della fine della storia e che precedono il futuro eterno. Siccome Genesi inizia le Scritture collegando il passato eterno con la nostra esistenza nel tempo con il solo racconto dettagliato della creazione (Genesi 1-2), c'è un silenzio parallelo dopo che Giovanni ha scritto l'Apocalisse. Questo ci porta anche alla conclusione che il canone del Nuovo Testamento fu allora chiuso.


  • Come ci fu un silenzio profetico dopo che Malachia completò il canone dell'Antico Testamento, così ci fu un silenzio parallelo dopo che Giovanni scrisse l'Apocalisse. Ciò porta alla conclusione che il canone del Nuovo Testamento fu anche allora chiuso.


  • Siccome non ci sono stati, né ci sono, dei profeti o apostoli nel senso dell'Antico o del Nuovo Testamento, non ci sono più possibili autori di futuri scritti ispirati e canonici. La Parola di Dio "è stata trasmessa ai santi una volta per sempre", e non si deve aggiungere ad essa, ma invece combattere strenuamente per essa (Giuda 3).


  • Delle quattro esortazioni bibliche di non cambiare le Scritture, solo quella in Apocalisse 22:18-19 contiene avvertimenti di severo giudizio divino per la disubbidienza. Inoltre, l'Apocalisse è l'unico libro del Nuovo Testamento che conclude con questo tipo di ammonizione e fu scritto più di 20 anni dopo il resto del Nuovo Testamento. I fatti suggeriscono quindi che l'Apocalisse è l'ultimo libro del canone e che la Bibbia è completa; aggiungere o togliere sarebbe contro la volontà di Dio.


  • Infine, la chiesa primitiva, quella più vicino nel tempo agli apostoli, credeva che l'Apocalisse concludesse gli scritti ispirati di Dio, le Scritture.


Possiamo dunque concludere, con un ragionamento biblico, che il canone è e rimarrà chiuso. Non ci sarà nel futuro un 67° libro della Bibbia.

Stiamo fermi nella Parola di Dio?
Nell' aprile del 1521, Martin Lutero apparse davanti ai suoi accusatori ecclesiastici. Gli avevano dato un ultimatum di rinunciare alla sua fede solida nella sufficienza e nella perspicuità delle Scritture. Lutero rispose, "Finché la testimonianza della Scrittura o la forza trasparente del ragionamento non mi convinceranno di essere in errore – non accetto l'autorità dei papi e dei concili, in quanto si contraddicono - io mi atterrò a quei passi della Scrittura a cui ho fatto appello. La mia coscienza è prigioniera della Parola di Dio... Qui sto fermo. Non posso fare altro. Dio mi aiuti."

Come Martin Lutero, possiamo anche noi alzarci sopra i dubbi interiori e affrontare le minacce esteriori quando la Parola di Dio è assillata. Possa Dio aiutarci ad essere combattenti leali per la fede. Sta' fermo in Dio e nella sola Scrittura.

Continua...

6. La Bibbia


Torna ai contenuti | Torna al menu