Le Grandi Verità della Bibbia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Periodo dei Giudici

Cronologia


CRONOLOGIA BIBLICA
(Periodo dei Giudici)
(450 anni)


Siamo pervenuti nella parte più difficile della cronologia, nel periodo che va dalla divisione della terra di Canaan - all'unzione di Saul, quale primo re di Israele.
Benchè i Giudici non abbiano esercitato il loro servizio con continuità, questo periodo è comunque conosciuto ordinariamente sotto il nome di "Periodo dei Giudici", periodo sul quale e ne siamo consapevoli esistono diverse interpretazioni cronologiche, noi se pur rispettandole abbiamo la nostra ed è quella che in queste pagine vi proponiamo.

Nel libro omonimo di I° Samuele, sono menzionati 19 periodi che in totale formano 450 anni, ma questi periodi sono talmente disuniti, interrotti, ingarbugliati e sovrapposti, da impedire una soluzione definitiva del problema, per cui saremmo costretti a pronunciarci negativamente su
questo soggetto, come altri hanno fatto, se il nuovo Testamento non avesse supplito di una tale deficienza.

Parlando del periodo susseguente la spartizione di Canaan, l'apostolo Paolo scrive: "19  Poi distrusse sette nazioni nel paese di Canaan e distribuì ad essi in eredità il loro paese.
20  Dopo di che, per circa quattrocentocinquant’anni, diede loro dei Giudici fino al profeta Samuele. 21  In seguito essi chiesero un re; e Dio diede loro Saul, figlio di Kis, un uomo della tribù di Beniamino, per quarant’anni." (Atti13:19-21),
(La Nuova Diodati)

La Versione Siriaca, che risale al 2 secolo, riporta il passo come segue: "E, durante 450 anni diede loro dei giudici, fino al profeta Samuele".

Questo periodo di 450 anni sembrerebbe in contraddizione con quanto dice il libro dei Re. Qui in tutte le traduzioni della Bibbia si legge in Re 6:1: "Nell’anno quattrocentottanta dopo l’uscita dei figli d’Israele dal paese d’Egitto, nel quarto anno del suo regno sopra Israele, nel mese di Ziv, che è il secondo mese, Salomone cominciò a costruire la casa dell’Eterno".
(La Nuova Diodati)
.


Quindi se calcoliamo 480 anni dall’uscita dal paese d’Egitto, risulterebbe questo conteggio:


Ma se ciò fosse vero, il periodo dei giudici sarebbe stato di soli 350 anni,e non di 450 anni come asserisce Paolo in Atti 13:19-21.

Per cui accettando i 350 anni e non i 450 anni, avremmo questo conteggio:



Dato che secondo la nostra cronologia il 4° anno del Regno di Salomone corrisponde non al 1135 a.C. ma al 1035 a.C. (1036 a.C. calcolando la frazione dei mesi), 3092 anni dalla Creazione di Adamo),
ovviamente non siamo d’accordo
con questo conteggio che calcola il periodo dei giudici in 350 anni, e non lo è neanche l’apostolo Paolo leggendo Atti 13:19-21.
Quindi come dovremmo conciliare 1° Re 6:1
che cita 480 anni dall’esodo, con questo conteggio nel quale il periodo dei Giudici risulterebbe lungo 350 anni, e non 450 anni come si legge in Atti 13:19-21?

Probabilmente potrebbe trattarsi dell’errore di un copista.

Paolo in
Atti 13:19-21 come abbiamo accennato dice che il periodo dei giudici fu di 450 anni.
Quindi
1° Re 6:1 andrebbe corretto secondo noi con "nel cinquecentottantesimo anno". Come spiegheremo più avanti con la tabella 1

Riflettiamo:
Che il periodo dei giudici sia stato più lungo di 350 anni, lo dimostra il fatto che al tempo in cui il giudice Jefte pose fine ai 18 anni di oppressione degli ammoniti  (Giudici 10:8) erano passati 300 anni dall’anno in cui gli ebrei si spartirono la terra promessa (Giudici 11:13-15,25-26).
Jefte
fu giudice d’Israele per sei anni. Ora in 44 anni soltanto non si sarebbe potuto arrivare al regno di Saul.
Seguirono infatti: il giudice Ibtsan per sette anni, il giudice Elon per dieci anni e il giudice Abdon per otto anni.
Poi ci fu un periodo composto dai 40 anni di oppressione filistea (Giudici 13:1), con giudice Sansone (20 anni) e quello di Eli (40 anni).
Alla morte di Eli l’arca del patto stette presso i filistei per 20 anni. Alla fine di quel ventennio Samuele portò Israele alla vittoria sui filistei (1 Samuele 7:7-14), ponendo fine alla loro oppressione. Dopo un tempo imprecisato elesse come re Saul, che cominciò a regnare nel 1119 a.C.

Il periodo dei giudici quindi cominciò 450 anni prima
: nel 1569 a.C. quando gli ebrei si spartirono la terra di Canaan.

Detto questo, sappiamo che alcuni (ma non tutti), critici e storici delle sacre scritture affermano che i giudici vengono "dopo" i "
circa quattrocento cinquant’anni" menzionati da Paolo e non "durante" questo periodo.
Pertanto di seguito elenchiamo alcune traduzioni della Bibbia, le quali come noteremo hanno un intendimento pro-contro circa Atti 13:19,20. (Nuova Riveduta)
Lo facciamo affinchè il lettore abbia una chiara e ampia veduta su questa parte della cronologia che potrebbe suscitare qualche perplessità.
Le traduzioni delle Sacre Scritture sono molte, quindi non potevamo elencarle tutte, ne abbiamo inserite solo alcune, e di queste (anche se non si trovano nell’elenco), la maggioranza inseriscono il periodo dei Giudici dopo i 450 anni.


Esse sono:

- la Versione Siriaca, che risale al 2° secolo, riporta il passo come segue: "..e durante 450 anni diede loro dei giudici, fino al profeta Samuele",

-Diodati
19 Poi, avendo distrutte sette nazioni nel paese di Canaan, distribuì loro a sorte il paese di quelle.
20 E poi appresso, per lo spazio d'intorno a quattrocencinquant'anni, diede loro de' Giudici, fino al profeta Samuele.


-Nuova Diodati
19 Poi distrusse sette nazioni nel paese di Canaan e distribuì ad essi in eredità il loro paese.
20 Dopo di che, per circa quattrocentocinquant'anni, diede loro dei Giudici fino al profeta Samuele.


-la Riveduta,
19  Poi, dopo aver distrutte sette nazioni nel paese di Canaan, distribuì loro come eredità il paese di quelle.
20  E dopo queste cose, per circa quattrocentocinquanta anni, diede loro de’ giudici fino al profeta Samuele.


-la Nuova Riveduta,
19  Poi, dopo aver distrutto sette nazioni nel paese di Canaan, distribuì loro come eredità il paese di quelle.
20  Dopo queste cose, per circa quattrocentocinquant’anni, diede loro dei giudici fino al profeta Samuele.


-King James Version 1850
,
19 E dopo aver distrutto sette nazioni nella terra di Canaan, ha diviso la loro terra per loro a sorte.20 E dopo di che egli diede loro dei giudici sullo spazio di quattrocento e cinquanta anni, fino al profeta Samuele.

-King James Version
19 E dopo aver distrutte sette nazioni nella terra di Canaan, ha diviso la loro terra per loro a sorte. 20 E dopo che egli diede loro giudici sullo spazio di quattrocento e cinquanta anni, fino al profeta Samuele.

-Luther Translation
19 e distrutte sette nazioni nel paese di Canaan e divisi tra loro a sorte il paese.
20 E diede loro dei Giudici quattrocentocinquanta anni, fino al profeta Samuele.


-Riveduta (Luzzi)
19 Poi, dopo aver distrutte sette nazioni nel paese di Canaan, distribuì loro come eredità il paese di quelle.
20 E dopo queste cose, per circa quattrocentocinquant'anni, diede loro de' giudici fino al profeta Samuele.


-C.E.I.
19 distrusse sette popoli nel paese di Canaan e concesse loro in eredità quelle terre,
20 per circa quattrocentocinquanta anni. Dopo questo diede loro dei Giudici, fino al profeta Samuele.


Come abbiamo notato alcune versioni privilegiano il periodo dei giudici "nello spazio" dei "quattrocentocinquanta anni", altri e non solo la C.E.I. fanno risalire il periodo dei giudici "dopo" i 450 anni".

Noi siamo orizzontati per il primo intendimento, e cioè che il periodo dei giudici sia stato lungo 450 anni. avendo come suo inizio nel
1569 a.C. quando gli ebrei si spartirono la terra di Canaan.
Ad avvalorare questa nostra tesi e anche per dare una chiara spiegazione riguardo a 1°Re 6:1, dove si legge "480 anni" invece di "580 anni", abbiamo esposto due Tabelle, la tabella1 e la tabella2.

Cominciamo dalla tabella1:

Tabella1



In questa tabella1 (dove fra l’altro viene elencato anche il periodo dei Re), notiamo chiaramente sia con la grafica sia con i versetti biblici corrispondenti, come il periodo dei Giudici sia lungo 450 anni, (vedi paragrafo "riflettiamo")

Infatti viene evidenziato un primo sub-totale di 300 anni come leggiamo in giudici 11:13-15,25-26,
per continuare e finire 156 anni dopo con il profeta Samuele.

Dai 156 anni è ovvio che dobbiamo detrarre i 6 anni di perlustrazione del paese di Canaan, perché Paolo fa risalire i 450 anni non dall’entrata in Canaan ma sei anni dopo e cioè dalla divisione della terra di Canaan tra le tribù di Israele e quindi abbiamo un periodo complessivo dei Giudici di 450 anni.
"
19  Poi distrusse sette nazioni nel paese di Canaan e distribuì ad essi in eredità il loro paese.
20 Dopo di che, per circa quattrocentocinquant’anni, diede loro dei Giudici fino al profeta Samuele Atti 13:19,20


Quindi abbiamo:



Ora ritorniamo e analizziamo ancora 1° Re:

1° Re 6:1
Nell’anno quattrocentottanta dopo l’uscita dei figli d’Israele dal paese d’Egitto, nel quarto anno del suo regno sopra Israele, nel mese di Ziv, che è il secondo mese, Salomone cominciò a costruire la casa dell’Eterno.


In precedenza abbiamo stabilito che la versione corretta di 1 Re 6:1 dovrebbe essere di 580 anni ("nel cinquecentottantesimo anno"), questi finiscono nel 1036 a.C., anno in cui Salomone cominciò ad edificare il tempio di Gerusalemme, e iniziano nell’anno in cui gli ebrei uscirono dal paese d’Egitto con Mosè e cioè nel 1615 a.C. abbiamo così un’altra conferma della data dell’esodo (1615 a.C.):
Se il periodo dei giudici fosse stato di 350 anni calcolando il suo inizio a ritroso nel 1036 a.C. (4° anno del Regno di Salomone) arriveremmo al 1515 a.C. e non al 1615. a.C. (o 2513 anni dalla creazione di Adamo), data dell’Esodo, (della cui data la maggior parte dei biblisti sono d’accordo).

Riassumendo:   



Questo conteggio dà una spiegazione logica (almeno per noi) e conferma i 580 anni e non i 480 anni di 1° Re 6:1, e conferma anche i 450 anni del periodo dei giudici.

Pertanto affermato che il periodo dei giudici sia lungo 450 anni, nella seconda tabella2 troviamo una possibile descrizione dei 19 periodi di cui parla il libro dei Giudici, i quali iniziano con la guida del generale e anche giudice Giosuè e dopo di lui gli anziani.

Abbiamo come risultato queste date:



La Tabella sottostante fa iniziare la datazione proprio dal 1575 a.C. dal Giudice Giosuè:

Tabella2



Ovviamente esaminado la tabella2, il Totale di 456 anni si riferisce alla fine del viaggio nel deserto nel 1575 a.C. mentre l’apostolo Paolo fa risalire i 450 anni dalla divisione della terra di Canaan tra le tribù di Israele 6 anni dopo nel 1569 a.C. quindi deducendo 6 anni (per conquistare Canaan) dal totale di 456 anni abbiamo come resto 450 anni a cui si riferisce Paolo in Atti 13:20

Per concludere, accettiamo come una soluzione speciale del problema quello esposto sulla durata del Periodo dei Giudici, fornita dall'apostolo Paolo e cioè che il periodo dei giudici fu di 450 anni..

Quindi in due casi soltanto: cioè nei 430 anni intercorsi dal patto abrahamico alla Legge, e nel Periodo dei Giudici, vi è una notevole incertezza nella cronologia del Vecchio Testamento, ma l’una e l'altra incertezza sono chiaramente superate nel Nuovo, ed è ragionevole credere che Dio, in un primo tempo, tenne nascoste le due soluzioni al fine di far convergere su queste l'attenzione di coloro che, al proprio tempo, avrebbero concentrato il loro interesse sulla comparazione delle date e sulla ricerca degli anelli mancanti nella cronologia stabilita dal grande Regolatore del tempo.

Si prega di visionare su questo argomento (Periodo dei Giudici), due interessanti studi a cura del
fratello Jerry Leslie:
- Studio del fratello Morton Edgar del 3 dicembre 1948 (in italiano)

- Studi di: D.H. Alford - F.C. Cook - H.F. Clinton - W. Hales. (in Inglese)


Il giudice Eli e il piccolo Samuele
(di John Singleton Copley, 1780)
Cliccare  sopra l'immagine per visionare nel dettaglio la cronologia di questo periodo

Torna ai contenuti | Torna al menu